Cos’è la Moxibustione?

Esistono molte forme di Medicina Tradizionale Cinese (MTC) e molti hanno la stessa teoria sottostante: stimolano punti di agopuntura per alterare il flusso del qi. Per ogni forma di TCM ci sono molte varianti su un tema. Ci sono, ad esempio, una mezza dozzina di stili di agopuntura e forme multiple di Coppettazione che cercano di spostare il qi. C’è, fortunatamente, ancora un altro modo, la moxibustione, per alterare quella misteriosa energia vitale.

La Moxibustione è una tecnica tradizionale di medicina cinese che utilizza il calore sprigionato dalla bruciatura dell’Artemisia, una piccola erba spugna, per facilitare la guarigione. Questa particolare erba viene raccolta, fatta seccare per almeno due anni e triturata sino ad ottenere un composto di consistenza ed aspetto lanuginoso, la Moxa.

La Moxibustione è stata utilizzata in tutta l’Asia da migliaia di anni; infatti, il carattere cinese effettivo per l’agopuntura, tradotto letteralmente, significa “agopuntura-moxibustione”.

Lo scopo della Moxibustione, come con la maggior parte delle forme della medicina tradizionale cinese, è quello di rafforzare il sangue, stimolare il flusso di qi e mantenere la salute generale.

Come funziona la moxibustione? Fa male?

Ci sono due tipi di Moxibustione: diretti e indiretti. Nella Moxibustione diretta, una piccola quantità con forma conica di Moxa viene posta sopra un punto preciso di agopuntura e bruciata. Il termine Moxa deriva dal vocabolo giapponese mogusa (=“Moxa”) che significa letteralmente “bruciare l’erba” Questo tipo di Moxibustione è ulteriormente classificato in due tipi: cauterizzante e non cauterizzante.

Con la Moxibustione cauterizzante, la Moxa viene posta su un punto, accesa e lasciata rimanere sul punto fino a quando non si brucia completamente. Ciò può causare cicatrici localizzate, vesciche e cicatrici dopo il trattamento.

Con la Moxibustione non cauterizzante, la Moxa è posta sul punto e acceso, ma viene estinta o rimossa prima di bruciare la pelle. Il paziente sperimenterà una piacevole sensazione di riscaldamento che penetra profondamente nella pelle, ma non deve provare alcun dolore, vesciche o cicatrici a meno che la Moxa rimanga in posizione troppo a lungo.

La Moxibustione indiretta è attualmente la forma più popolare di cure perché c’è un rischio molto minore di dolore o bruciore. Nella moxibustione indiretta, un praticante accende un’estremità di un bastone di Moxa, con la forma e la dimensione di un sigaro, e lo tiene vicino alla zona trattata per diversi minuti finché l’area diventa rossa.

Un’altra forma di moxibustione indiretta utilizza aghi di agopuntura e Moxa. Un ago viene inserito in un punto e mantenuto. La punta dell’ago viene quindi avvolta di Moxa e accesa, generando calore sul punto e all’area circostante. Dopo che si è ottenuto l’effetto desiderato, la Moxa si estingue e l’ago viene rimosso.

La Moxibustione è una tecnica della Medicina Tradizionale Cinese che utilizza il calore sprigionato dalla combustione dell’Artemisia

Per cosa viene utilizzata la Moxibustione?

Nella medicina tradizionale cinese, la Moxibustione viene spesso utilizzata per le persone che hanno sensazioni di freddo o torpore sul corpo. Un tipico esempio è rappresentato dai reumatismi, dall’artrosi, ma la Moxibustione viene utilizzata con successo anche per lombalgia, sciatica, dolori cervicali, dolori articolari.

L’azione tonificante della moxibustione, riattiva il flusso dell’energia e del sangue, inoltre stimola le proprietà specifiche dei punti di agopuntura, risultando utile anche nei seguenti casi: Astenia, diarrea, stitichezza, digestione difficile, emorroidi, problemi polmonari, arti freddi.

Nella medicina occidentale, la Moxibustione è stata utilizzata con successo per il rivolgimento dei bambini podalici. Uno studio approfondito pubblicato nel Journal of the American Medical Association nel 1998 ha scoperto che fino al 75% delle donne che avevano il figlio in posizione podalica prima del parto, riuscivano ad ottenere la rotazione alla posizione normale dopo aver ricevuto moxibustione su un punto di agopuntura sul meridiano della vescica.

Altri studi hanno dimostrato che la moxibustione aumenta il movimento del feto nelle donne in gravidanza e può ridurre i sintomi dei crampi mestruali quando viene utilizzato in combinazione con l’agopuntura tradizionale.

In termini generali, i professionisti usano la Moxa per riscaldare le regioni del corpo e i punti di agopuntura lungo i meridiani. La Moxa quindi stimola la circolazione e attiva un flusso più regolare di qi e sangue, oltre a stimolare i sistemi interni (digestivo, respiratorio, ginecologico, ecc.) e potenziare la funzione immunitaria complessiva.

  • Dolore: nella prospettiva della medicina cinese, il freddo esterno può rimanere intrappolato nei nostri corpi. Il risultato di ciò può essere un aumento del dolore alle articolazioni e ai muscoli. Quindi un uso molto comune della Moxa è di posizionarla sulla zona interessata, riscaldandola in un modo che un bagno caldo, ad esempio, non può. La Moxa, penetra ad un livello molto più profondo. Un Moxa stick può essere usato allo stesso modo.
  • Tosse e altri problemi respiratori: poiché la tosse è molto più diffusa in inverno, cioè durante il freddo, la Moxa è davvero efficace nel muovere il qi e il ristagno nei polmoni per alleggerire i fastidiosi colpi di tosse. Può anche essere usata preventivamente per evitare allergie stagionali e malattie future.
  • Sintomi digestivi: poiché il calore del Moxa stimola l’apparato digerente, è efficace nell’aiutare la stitichezza, l’IBS e la digestione in generale.
  • Crampi mestruali: la Moxa è davvero efficace per alleviare crampi mestruali e cicli irregolari. Molte attività comuni possono far sì che il freddo rimanga intrappolato nell’utero, come indossare pantaloncini o gonne nei periodi più freddi. La Moxa può invertire questi effetti.
  • E ancora: la Moxa può avere un impatto su molti problemi di medicina interna. A volte i pazienti finiscono con un sintomo recalcitrante che non ha risposto a molti approcci diversi. C’è un punto nella parte superiore della schiena tra le scapole che un antico testo medico cinese afferma che quando viene eseguita la Moxabustione, “non c’è alcun disturbo che non possa trattare“. Vale la pena provarlo!

Cosa posso aspettarmi di sentire?

Non è raro che i pazienti che si sottopongono al trattamento con moxibustione riferiscano un improvviso calore che si irradia rapidamente lungo un percorso specifico (di solito corrispondente al canale jing luo che viene trattato) anche lontano dal sito di applicazione. Questo è un buon risultato, poiché indica l’arrivo del Qi e segnala che il flusso di Qi e xue è stato liberato nel canale.

La Moxibustione è una tecnica della Medicina Tradizionale Cinese che utilizza il calore sprigionato dalla combustione dell’Artemisia

Perché gli agopunuristi usano la Moxa? Perché non utilizzare un’altra erba?

La Moxa, nota anche come artemesia vulgaris o Ai Ye in cinese, ha una lunga storia di uso nella medicina popolare. La ricerca ha dimostrato che agisce come emmenagogo, cioè un agente che aumenta la circolazione del sangue nella zona pelvica e nell’utero e stimola la mestruazione. Questo potrebbe spiegare il suo uso nel trattamento delle problematiche legate al parto e ai crampi mestruali.

Di cosa odora?

C’è un piccolo inconveniente associato alla moxibustione: il fumo e l’odore. Anche se ci sono le cosiddette varietà di moxa senza fumo, la moxa vera preferita (fatta da artemisia) produce molto fumo quando bruciata. La maggior parte delle cliniche TCM è ben equipaggiata con un buon sistema di ventilazione e purificazione dell’aria, quindi questo non è un grosso problema.

Tuttavia, l’odore persistente prodotto da artemisia che brucia purtroppo ha un odore simile alla marijuana. La maggior parte dei praticanti TCM, posiziona piccoli cartelli attorno al loro ufficio per informare pazienti e visitatori sulla vera natura dell’odore che potrebbero notare.

Ci sono precauzioni di cui dovrei essere a conoscenza?

Anche se la Moxibustione è stata utilizzata sicuramente nella medicina tradizionale cinese per secoli, non è per tutti. Poiché è usata specificamente per le persone che soffrono di sensazioni di freddo o torpore sul corpo, non dovrebbe essere usato su chiunque abbia difficoltà con il calore.

Bruciare Moxa produce anche una grande quantità di fumo e un odore pungente. Le persone con problemi respiratori possono chiedere al loro medico di utilizzare bastoncini di Moxa senza fumo come alternativa.

Condividi sui social

Articoli Correlati