Sigaro per la Moxibustione: cos’è e come sceglierlo

Oggigiorno sul mercato ci sono vari tipi di prodotti (sigaro, spray, estintori, etc) per la moxibustione: dal familiare stick, all’ago, dalla moxa sciolta alla moxa senza fumo fino agli spray , il numero di scelte a volte può essere difficile da comprendere. Questo articolo ti aiuterà a capire meglio la produzione della moxa e a capire a come distinguere un buon prodotto da uno inferiore e infine a prendere una decisione informata su quali utilizzare nella tua pratica.

Sebbene non sia ampiamente usato in Cina, un metodo sempre più popolare in Occidente è l’uso della moxa senza fumo. La seguente è la descrizione per l’uso nella clinica moderna.

La moxa senza fumo è una verga di carbone vegetale impregnata di moxa. Brucia a caldo, ma lentamente, ad una velocità media di soli 2,7 pollici all’ora; le aste sono lunghe circa 4,5 centimetri, quindi il tempo di combustione totale è di circa 90 minuti prima che l’asta diventi troppo corta per l’uso. Una volta acceso, il sigaro brucia costantemente.

Quando si tenta di rimuovere in sicurezza la cenere dalla moxa senza fumo, il sigaro non deve essere toccato contro qualcosa (ad es. Contro un posacenere). Il tocco può rompere il carbone, generando il rischio che un pezzo cada e bruci il tappeto, il lettino o il paziente. Invece, l’estremità bruciante del sigaro di moxa dovrebbe essere delicatamente strofinata contro il bordo superiore e all’interno di un estintore di moxa, che sarà un’operazione silenziosa che spegne la cenere e non spezza la bacchetta di moxa.

Moxa senza fumo (Smokeless)

Come abbiamo detto prima, entrambi i moxa inalterati e la moxa sciolta produrranno entrambi fumo bianco e leggero. In Asia, il fumo di moxa è considerato un elemento terapeutico essenziale della moxibustione. Il fumo di Moxa contiene molti oligoelementi, come ferro, zinco, magnesio, sodio, potassio, calcio e altro, che sono considerati benefici. Il fumo ha anche effetti calmanti sul sistema nervoso delle persone. Tuttavia, in Occidente, molti professionisti e clienti preferiscono minimizzare o eliminare questo fumo perché è scomodo e può disturbare le persone sensibili al fumo. La moxa senza fumo ha quindi sviluppato un seguito importante tra i professionisti canadesi e americani, così come in altre cliniche in tutto il mondo: è meglio adattato a spazi piccoli e chiusi.

Non sorprende che la produzione di rotoli di moxa senza fumo comporti ulteriori passaggi nel processo di produzione. La moxa senza fumo proviene dalla moxa carbonizzata, che in senso stretto è l’artemisia di carbone. Il processo di carbonizzazione riduce al minimo le emissioni di moxa in fiamme, eliminando circa il 95% del fumo di moxa. Nonostante il suo nome, tuttavia, la moxa senza fumo produce fumo. La differenza tra legno e carbone fa una buona analogia: il carbone produce molto meno fumo del legno grezzo, ma sarebbe impreciso dire che non ne produce affatto.

La carbonizzazione, quindi, avviene prima che i bastoncini di moxa vengano arrotolati e crea una polvere che sarà imballata molto strettamente nella carta. Il risultato finale può rendere difficile distinguere tra foglie di moxa di alta qualità e di bassa qualità, dal momento che la trama, il colore e il profumo vengono eliminati dal processo di carbonizzazione. La qualità dell’ingrediente grezzo, tuttavia, fa ancora una grande differenza se la moxa è in forma di carbone attivo o meno, influenzando la velocità con cui brucia e, in definitiva, influendo sul suo potenziale terapeutico.

Come distinguere il sigaro senza fumo di buona qualità da quella di cattiva qualità

I produttori non etici di moxa hanno talvolta approfittato di questa difficoltà sostituendo le foglie di moxa con rami e steli o, in rari casi, persino mescolando l’artemisia con il carbone di legna! In questi casi estremi, i sigari di moxa senza fumo possono scintillare e bruciare la pelle. È quindi molto importante essere cauti nell’acquisto di sigari moxa senza fumo e testarli sempre prima di utilizzarli nei trattamenti. Affidarsi a fornitori di fiducia è un buon modo per garantire la qualità, ma cosa succede se il tuo fornitore abituale non ha moxa senza fumo, o se sei lontano? È importante provare qualsiasi prodotto prima di usarlo nel trattamento, ma le cose che dovresti cercare e quelle che dovresti evitare non sono sempre ovvie. Abbiamo compilato una lista di criteri per guidare la tua decisione.

Per prima cosa, fai attenzione ai residui e se la polvere di moxa cade frequentemente dal sigaro. Bastoncini di moxa senza fumo di buona qualità sono solidi e non devono sbriciolarsi quando picchiettati o colpiti leggermente.

Secondo, esamina le ceneri. Le ceneri di moxa stick senza fumo di buona qualità sono bianche, sfumate con un po’ di grigio e, man mano che il bastoncino brucia, la cenere non cadrà facilmente. Si noti che le ceneri saranno invariabilmente nere, tuttavia, se non c’è abbastanza ossigeno quando la moxa brucia: per valutare correttamente il colore della cenere, non posizionare il moxa in una scatola, posacenere o in qualsiasi piccolo contenitore che potrebbe impedire il flusso d’aria.

Terzo, guarda il fumo. La moxa senza fumo di buona qualità dovrebbe produrre pochissimo o addirittura nessun fumo, con solo pennacchi deboli, bianchi o grigiastri, mentre un bastoncino moxa “senza fumo” di scarsa qualità produrrà più fumo, di solito di colore più scuro.

Quarto, valuta come brucia la moxa. La moxa senza fumo di buona qualità non esibirà scintillii, ma non si estinguerà facilmente. Dovresti usare un posacenere per moxa o un estintore per spegnere il sigaro di moxa. Per avere un giudizio utile, tuttavia, devi assicurarti che il tuo sigaro di moxa sia completamente acceso e assicurarti che abbia abbastanza flusso d’aria; in caso contrario, la levetta potrebbe estinguersi a volte, ma non sarà un buon indicatore della sua qualità.

Estintore di Moxa

L’estintore moxa può essere trasportato in un posacenere, in modo che la cenere sia contenuta. Alla fine della sessione moxa, il sigaro di moxa può essere conservato attentamente mentre continua a bruciare per l’uso con un altro paziente (se deve essere usato entro pochi minuti) o messo fuori. È importante controllare di tanto in tanto che tutti i sigari siano nella loro posizione corretta in modo che non ne rimangano tracce per cui possono provocare danni.

Ricorda che la MOXA brucia MOLTO!. È necessario prestare la massima attenzione durante l’uso di questo prodotto! Prima di iniziare, è molto importante acquistare un MOXA EXTINQUISHER o una ciotola di vetro o ceramica e riempirlo con sabbia asciutta.

Oppure, prendi diversi centimetri di pesante foglio di alluminio e piegalo più volte in modo che si adatti perfettamente alla parte illuminata del sigaro per soffocarlo quando hai finito. Se si utilizza questa opzione, posizionare il sigaro stagnato in posizione verticale in un contenitore, in modo che l’estremità calda non tocchi nulla. Non appoggiare MAI il sigaro Moxa acceso senza averlo riposto in un contenitore.

Condividi sui social

Articoli Correlati